Freddato in un bar mentre gioca alle slot, ancora un morto nel napoletano

Freddato in un bar mentre gioca alle slot, ancora un morto nel napoletano

Ferdinando Pecchia, idraulico di 39 anni, è stato raggiunto da diversi colpi di pistola nel Rumba Cafè


CALVIZZANO – Si spara ancora, stavolta il teatro dell’agguato è un bar di Calvizzano, dove poco fa è stato ucciso un uomo. Si tratta del 39enne Ferdinando Pecchia, idraulico incensurato e padre di tre figli. L’agguato ha scatenato il panico in via Pietro Nenni, dove si trova il bar Rumba, ai confini con la città di Marano, anche perché in città si stava svolgendo proprio in quegli istanti la processione del Corpus Domini.

- L'arrivo della scientifica -
             – L’arrivo della scientifica –

Inutili i soccorsi, sul posto anche i carabinieri della compagnia di Giugliano guidati dal capitano Antonio De Lise. Il killer, secondo la ricostruzione, è arrivato a bordo di uno scooter nero e – mentre il complice lo attendeva all’esterno – ha raggiunto Pecchia che giocava alla slot machine e gli ha esploso contro alcuni colpi di pistola, pare quattro. Poi i due sono scappati via, dileguandosi. La vittima abitava a pochi metri dal luogo dell’agguato in cui ha perso la vita, esattamente a via san Pietro.