I nuovi scenari dopo l’arresto del boss: Accurso aveva scelto l’erede ma a tutti sta bene?

I nuovi scenari dopo l’arresto del boss: Accurso aveva scelto l’erede ma a tutti sta bene?

l’arresto del’uomo che ordinò l’agguato alla caserma dei carabinieri di Secondigliano, potrebbe creare ‘movimenti’ anche tra i clan nemici dei ‘Girati’, che potrebbero provare a guadagnare terreno


I danni alla facciata dell'edificio della Stazione dei Carabinieri nel quartiere Secondigliano, a Napoli, dopo che nella notte raffiche di mitra sono state esplose contro la palazzina. ANSA/ CIRO FUSCO

NAPOLI – Le indagini nella zona nord di Napoli non si fermano. Le forze dell’ordine sono impegnate, dopo l’arresto del boss Umberto Accurso, a comprendere come il clan della Vanella Grassi si sta riorganizzando. Le forze dell’ordine sanno per certo che Accurso, prima di essere arrestato, avesse già designato il suo erede. Quasi certamente un suo cugino.

Gli uomini in divisa però monitorano i movimenti all’interno della cosca, così da individuare con certezza il reggente della cosca di Secondigliano. Per questo sono state avviate le indagini per localizzare il nuovo capo. E’ ovvio che l’arresto del boss potrebbe creare ‘movimenti’ anche tra i clan nemici dei ‘Girati’, che potrebbero provare a guadagnare terreno. Anche per questo motivo le forze dell’ordine hanno intenzione di controllare e ‘registrare’ eventuali novità nelle zone dei quartieri controllati dalla Vanella Grassi, quindi Secondigliano e Scampia, con l’obiettivo di evitare possibili rappresaglie armate. L’attenzione resta altissima e sono in arrivo nuovi arresti.