Marano, Liceo Segrè: “I lavori saranno ultimati prima dell’inizio del prossimo anno scolastico”

Marano, Liceo Segrè: “I lavori saranno ultimati prima dell’inizio del prossimo anno scolastico”

L’amministrazione: “Si è posta in essere un’azione sinergica che sta coinvolgendo il Comune, l’ex provincia e l’Istituzione scolastica, orientati ad ottimizzare l’attuale struttura in favore di un’utenza sempre più considerevole”


MARANO – L’amministrazione comunale di Marano durante la riunione tenutasi lo scorso gennaio presso l’ufficio edilizia della CMN si è impegnata ad eseguire, entro l’inizio dell’anno scolastico 2016/2017, lavori tendenti alla messa in sicurezza dell’edificio nel quale è sito il Liceo Emilio Segrè. Si è posta in essere un’azione sinergica che sta coinvolgendo il Comune, l’ex provincia e l’Istituzione scolastica, orientati ad ottimizzare l’attuale struttura in favore di un’utenza sempre più considerevole, non circoscritta esclusivamente al territorio Maranese, ma che abbraccia anche le più vicine città.

Ciò va a confermare un indirizzo, già evidenziatosi nello scorso mese di ottobre 2015, con l’inserimento nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2016/2018, del progetto concernente la costruzione di un nuovo edificio destinato ad accogliere l’istituto scolastico Segré di Marano, ed il connesso stanziamento di dieci milioni e trecentomila euro per la realizzazione dell’istituto.

Parte degli interventi all’attuale sede del Liceo, riguardanti la messa in sicurezza dell’edificio sono stati già eseguiti. Per la continuazione dei lavori, data la cifra considerevole stanziata, si attende l’approvazione del Bilancio comunale che, peraltro, è stato già approvato in giunta e il suo iter è quasi completo. Dopo l’approvazione definitiva gli interventi al Segrè riprenderanno celermente e saranno ultimati.

“Resta l’impegno dell’amministrazione volto all’effettuazione dei restanti lavori di messa in sicurezza dell’istituto Segrè – dichiara l’assessore alla Pubblica istruzione Anna Sorrentino – la cui ultimazione avverrà prima dell’inizio del prossimo anno scolastico”.