Tragedia in provincia, militare ubriaco investe e uccide studentessa di 21 anni

Tragedia in provincia, militare ubriaco investe e uccide studentessa di 21 anni

La giovane stava uscendo da un bar dopo una serata in compagnia di amici


CASORIA – Ubriaco, alla guida di una Alfa 156, lanciata a tutta velocità, ha investito e ucciso sul colpo una ragazza, che  stava attraversando la strada, la ex statale Sannitica nel tratto di Casoria.  Poi il pirata della strada, nemmeno si è fermato per soccorrere la vittima, Anastasia Donadio, 21 anni, studentessa di Crispano, che era appena uscita da un locale, dove aveva trascorso la serata in compagnia di amici.

La vittima ha avuto appena il tempo di augurare le buonanotte a un’amica ed è stata centrata in pieno da un’Alfa Romeo 156,  guidata da Francesco Mocerino, militare di carriera dell’aeronautica militare di 23 anni, che non ha nemmeno accennato a un frenata. Dopo l’impatto, che ha sbalzato in aria la povera ragazza che è stramazzata sull’asfalto qualche decina di metri dopo, il pirata della strada non si è fermato a prestare soccorso ed è scappato. Nel corso dell’incidente è rimasta lievemente ferita anche un’amica della ragazza. L’uomo ha poi abbandonato l’auto, che è stata ritrovata a Cardito con il vetro rotto ed evidenti tracce di sangue, poi si è rifugiato nella sua casa di Afragola.

La vittima, soccorsa da alcuni avventori del bar, è apparsa subito priva di vita e ai medici di un’ambulanza del 118, intervenuta sul posto, non è rimasto altro che constatare il decesso, nononstante i  ripetuti tentativi di rianimarla. Un’ora dopo, i carabinieri della compagnia di Casoria, diretta dal capitano Pierangelo Iannicca, hanno arrestato l’aviere, nella sua abitazione di Afragola, a qualche centinaia di metri dall’investimento mortale.

(fonte: Il Mattino)