Camorra, sequestri per 700 mila euro all’Alleanza di Secondigliano

Camorra, sequestri per 700 mila euro all’Alleanza di Secondigliano

Si tratta di appartamenti e imprese dislocate tra Melito, Secondigliano e il resto della provincia a nord di Napoli


HINTERLAND – A seguito di una complessa attività di indagine patrimoniale, tesa all’aggressione dei patrimoni di mafia, la Divisione Anticrimine della Questura di Napoli ha dato esecuzione a due decreti di sequestro beni nei confronti di Bernardi Ciro. L’uomo, condannato a 6 anni per associazione a delinquere di stampo mafioso, è ritenuto uno degli affiliati all’Alleanza di Secondigliano per la quale gestiva capitali illeciti, importava ed esportava merce recante marchi contraffatti.  Gli agenti hanno quindi posto sotto sequestro:

  • Un appartamento di 6 vani, ubicato a Melito in corso Europa;
  • Un’impresa individuale attiva nel settore del commercio a dettaglio di abbigliamento, con sede e punto vendita al corso Secondigliano;
  • Un’impresa individuale attiva nel settore del commercio a dettaglio di abbigliamento, con sede al corso Europa di Melito;
  • 26 rapporti finanziari, intrattenuti presso filiali di numerosi istituti bancari sparsi in tutta la provincia di Napoli.

Il valore complessivo dei beni posti sotto sequestro è di circa 700 mila euro.

(Foto di repertorio)