Clan dei casalesi e calcio-scommesse: scarcerato 38enne di Giugliano

Clan dei casalesi e calcio-scommesse: scarcerato 38enne di Giugliano

Concessi i domiciliari a Giovanni Di Nardo. L’uomo era stato arrestato nel 2013 insieme ad altri componenti dell’organizzazione camorristica


SAN CIPRIANO D’AVERSA – Fu arrestato dai carabinieri nell’ambito di un blitz contro la camorra e il clan dei Casalesi, ieri dopo tre anni e due mesi è stato scarcerato. Giovanni Di Nardo, 38 anni, originario di Giugliano ma trapiantato a San Cipriano d’Aversa e con domicilio a Trentola Ducenta è uscito dal carcere ed è stato posto ai domiciliari in Calabria.

Le indagini condotte dal Ros si conclusero con gli arresti effettuati il 22 aprile del 2013. Indagini che hanno svelato un complesso ed articolato sistema che consentiva all’organizzazione criminale di raccogliere scommesse su incontri di calcio, utilizzando piattaforme informatiche illegali “on line”, mutuate da quelle attive nei concessionari autorizzati dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. Documentata anche la manipolazione della visualizzazione di alcuni eventi sportivi. sulle piattaforme informatiche illegali, per orientare in modo fraudolento le vincite ai danni di ignari scommettitori.