Clan Mallardo alla sbarra, oggi era attesa la sentenza d’appello per 6 affiliati

Clan Mallardo alla sbarra, oggi era attesa la sentenza d’appello per 6 affiliati

Si tratti elementi di spicco del clan giuglianese: le pene vanno da 8 a 16 anni


GIUGLIANO – Era attesa per oggi la sentenza della corte d’appello che riesaminava il caso di 6 elementi di spicco del clan Mallardo. La decisione dei giudici è stata rinviata.

Gli imputati in primo grado erano stati condannati a pene che variano dagli 8 ai 16 anni, si tratta di: Biagio Micillo a 10 anni e 8 mesi, Giuliano Amicone condannato a 8 anni 5 mesi, Raffaele Mallardo a 14 anni, Marino Sessa 9 anni e 2 mesi, Francesco Napolitano a 16 anni, Michele Di Nardo a 8 anni.

Proprio quest’ultimo nome è legato ad una modalità di arresto particolare: fu incastrato a Palinuro da un blitz delle forze dell’ordine dopo un post della sua fidanzata su Facebook. La pena più dura è stata assegnata a Francesco Napolitano che, oltre ad essere considerato il reggente del clan, aveva stretto accordi con il clan dei Casalesi per mettere in piedi un giro di estorsioni.