Giugliano, camorra, 3 scissionisti arrestati in via Ripuaria: probabile guerra con i Mallardo?

Giugliano, camorra, 3 scissionisti arrestati in via Ripuaria: probabile guerra con i Mallardo?

Giuseppe ed Antonio Iodice, due fratelli, e Santolo Sellitto sono ritenuti vicini al clan di Scampia. Avevano con sè droga ed una pistola carica e pronta all’uso


GIUGLIANO – Gli scenari della camorra a Giugliano diventano più ampi. Dopo la nascita della “banda delle Paparelle”, si presenta una probabile nuova faida anche con la malavita proveniente da Secondigliano. Lo storico clan egemone a Giugliano, quello dei Mallardo, è quasi senza capi essendone i vertici finiti quasi tutti in cella. Nella notte tra giovedì e venerdì, in via Ripuaria, sulla fascia costiera, sono stati fermati Giuseppe ed Antonio Iodice, due fratelli, e Santolo Sellitto. I 3 non hanno opposto resistenza all’alt impostogli dalla polizia.  Dopo la perquisizione effettuata dagli agenti nella loro vettura, una Mercedes Classe A, sono stati ritrovati 53 grammi di cocaina ed una pistola Beretta 7,65 carica, con un colpo in canna e con matricola abrasa. I fermati, secondo le prime ricostruzioni emerse dalle indagini, sarebbero residenti a Napoli e vicini agli Scissionisti, attivi tra Scampia e Melito. Come riportato dal quotidiano Il Roma, si fa largo l’ipotesi regolamento di conti. I 3 sono finiti al carcere di Poggioreale con le accuse di porto abusivo d’armi e munizioni, detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e ricettazione.