Napoli, stravince De Magistris e attacca Renzi: “Abbiamo vinto contro tutti”

Napoli, stravince De Magistris e attacca Renzi: “Abbiamo vinto contro tutti”

La lunga notte del sindaco. Abbraccia il “suo” popolo ma non risparmia stoccatte per Premier e avversarsi


NAPOLI – È un Luigi De Magistris raggiante quello che entra in conferenza stampa dopo le prime avvisaglie di riconferma come sindaco di Napoli: “È una vittoria esclusiva dei nostri militanti, del nostro popolo, di Luigi De Magistris e di tutti quelli che ci hanno creduto”.

La soddisfazione è palpabile e non potrebbe essere altrimenti. Una vittoria netta, doppiato il suo sfidante Gianni Lettieri: 66% contro 33%. Il sindaco uscente ha raccolto circa 4mila voti in più rispetto al primo turno e ha migliorato la prestazione della sua prima elezione.

Ma la gioia per la vittoria non distoglie l’ex magistrato dal lanciare qualche frecciata al governo centrale ed al premier Matteo Renzi: “Abbiamo vinto contro il candidato ufficiale del Pd, contro il Presidente del Consiglio in piena campagna elettorale, contro i 5 stelle, contro Gianni Lettieri che ha lavorato cinque anni e contro buona parte dell’informazione che si è schierata contro il sindaco”.

Lasciate da parte le polemiche il sindaco è salito sul balcone di palazzo San Giacomo per abbracciare il suo popolo: maglia del Napoli e braccia alzate per fomentare la folla. Qualcuno, con uno slancio di entusiasmo, gli pone una corona da Re sopra la testa. Parafrasando Pino Daniele, “Masaniello è cresiuto, Masaniello è tornato”, almeno per altri 5 anni.