Tre pistole ed una carabina nascoste in casa, in manette la moglie del boss

Tre pistole ed una carabina nascoste in casa, in manette la moglie del boss

Armi rubate o prive di matricola. Nel soppalco del garage trovate anche 150 munizioni


RECALE – I Carabinieri della Stazione di Macerata Campania, nella mattinata odierna, in Recale, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione di armi clandestine Maria Rosa Bellone, classe 1958, del luogo, moglie del boss Mastroianni Francesco, classe 1958, attuale reggente della famiglia camorristica “Perreca”, egemone sui comuni di Recale e Casagiove, in atto detenuto dal 27 maggio scorso a seguito della condanna di anni 2 e mesi 10 per il reato di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

I militari dell’Arma, a seguito di perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto, occultate in un soppalco all’interno del garage dell’abitazione di residenza una pistola calibro 9×21 marca Tanfoglio avente matricola abrasa mediante punzonatura, una pistola calibro 9×21 modello 98fs marca Beretta, risultata provento di furto denunciato nel 2004, una pistola calibro 357 magnum marca Ruger gp100, il cui acquisto effettuato nel 2004 è risultato essere stato fatto con l’uso di documenti risultati falsi e una carabina ad aria compressa calibro 4.5 priva di matricola.

Le armi, perfettamente funzionanti, sono state rinvenute unitamente ad una fondina per pistola ed a complessive 150 munizioni di vari calibri e marche. La donna è stata tradotta presso il domicilio a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.