Furto aggravato, rapina, spaccio, scommesse clandestine: arresti a Napoli e Provincia

Furto aggravato, rapina, spaccio, scommesse clandestine: arresti a Napoli e Provincia

Interessate le zone di Poggioreale, Barra, San Giovanni ed i comuni di Torre Annunziata, Acerra e Pozzuoli


ostia via fasan 15 protesta casa foto faraglia - ostia via fasan 15 protesta casa foto faraglia - Fotografo: faraglia

NAPOLI E PROVINCIA – I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di napoli poggioreale hanno arrestato per furto aggravato Giuseppe Frezzetti, 26 anni, residente in via Molino Salluzzo, già noto alle forze dell’ordine. Il giovane è stato bloccato su via Argine, nell’area di parcheggio del centro commerciale “Auchan”, mentre tentava la fuga, immediatamente dopo aver rubato uno scooter Honda Sh, lasciato in sosta da una 30enne del luogo. lo scooter è stato restituito alla proprietaria.L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato nella sua abitazione  in attesa di rito direttissimo.

In una zona limitrofa, i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Napoli Poggioreale hanno notificato ad un 17enne di Napoli, quartiere Barra, attualmente detenuto nell’istituto penale minorile di Nisida per altre rapine, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale per i minorenni di napoli per rapina aggravata e porto illegale di arma da sparo. Le indagini svolte dai militari dell’arma, coordinate dalla locale procura per i minorenni, hanno consentito, anche dalla visione dei fotogrammi di un sistema di videosorveglianza, di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti del 17enne, ritenendolo l’autore di una rapina consumata il 25 marzo scorso, insieme ad un complice in via d’identificazione, ai danni di un supermercato sul Corso San Giovanni a Teduccio, ove i malviventi, con la minaccia di una pistola, s’impossessarono dell’incasso, quantificato in 1.500 euro.

A Pozzuoli, i carabinieri del locale nucleo operativo e radiomobile hanno arrestato per furto Salvatore Falcone, 47 anni, residente a napoli in via Comunale Cafaro Selva e Pasquale Mennillo, 47 anni, residente a Napoli in via De Meis, entrambi già noti alle forze dell’ordine.I due sono stati notati su via Coste di Agnano a bordo di una Fiat Punto, in atteggiamento sospetto, dai militari dell’arma che li hanno bloccati per controlli. Sottoposti a perquisizioni, sono stati trovati in possesso di un tagliaerba elettrico, una sega elettrica, due falciatrici ed un’autoradio. con successive verifiche i carabinieri hanno accertato che, nelle vicinanze, poco prima, i 2 uomini avevano forzato il cancello d’ingresso del garage di un 75enne del luogo e rubato il materiale che avevano con loro. la refurtiva è stata restituita all’avente diritto. Gli arrestati sono in attesa di rito direttissimo.

I carabinieri dell’aliquota operativa di castello di cisterna e della locale stazione hanno arrestato per spaccio e detenzione di stupefacente Emilio Piscopo, 37 anni, di Acerra, pregiudicato. L’uomo è stato notato su via Silvio Pellico, ad Acerra, mentre spacciava stupefacenti ad un acquirente del luogo. Bloccati e perquisiti, l’acquirente è stato trovato in possesso di una stecchetta di hashish del peso di un grammo mentre il pusher di dosi di cocaina e crack, per un peso complessivo di 2,5 grammi e di 100 euro in denaro contante ritenuti provento d’illecita attività. l’acquirente è stato segnalato alla prefettura quale consumatore di stupefacenti.
l’arrestato è in attesa di rito direttissimo.

I carabinieri della stazione di Torre Annunziata, con la collaborazione del personale dell’agenzia dogane e monopoli di napoli, hanno svolto uno specifico servizio di controllo finalizzato al contrasto del fenomeno del gioco illegale e delle scommesse clandestine, denunciando in stato di libertà per violazione alle leggi sul gioco d’azzardo e illegale:

– una 24enne del luogo, titolare di un esercizio pubblico sul Corso Vittorio Emanuele III, per la mancata esposizione della tabella dei giochi proibiti;
– un 43enne del luogo, titolare di un esercizio pubblico su via Vittorio Veneto, per la mancata esposizione della tabella dei giochi proibiti;
– un 47enne di Trecase, titolare di un esercizio pubblico sul Corso Umberto I, per esercizio abusivo di attività di gioco o scommesse.
durante il servizio sono stati sequestrati 3 computer e 5 videoterminali, utilizzati per effettuare scommesse clandestine.