Resit, parte la messa in sicurezza. Stamattina la conferenza di De Luca

Resit, parte la messa in sicurezza. Stamattina la conferenza di De Luca

Il governatore regionale: “Stiamo lavorando per offrire ai nostri concittadini condizioni di vita migliori”


GIUGLIANO – Il processo che ne porta il nome si è concluso pochi giorni fa, con la condanna del proprietario Cipriano Chianese a 20 anni ed il suo successivo arresto. Oggi partono ufficialmente le operazioni di messa in sicurezza della famigerata discarica Resit, area sul territorio giuglianese che fu per molti anni lo sversatoio di comodo per i clan che facevano affari con i rifiuti, specialmente quelli provenienti da scarti industriali di ditte dal nord Italia. A tagliare il nastro è stato il governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca, che ha poi illustrato in conferenza stampa quando è in programma per il recupero dei territori martoriati dalle ecomafie.

La Resit, dunque, non verrà bonificata. Verrà isolata e messa in condizione di non fare più danni ai terreni circostanti e – soprattutto – alla falda acquifera attraverso l’impiego della tecnica detta di “Capping”, o rivestimento, con cui tutta l’area sarà isolata e trasformata, almeno secondo le dichiarazioni di De Luca, in un parco urbano. Quasi 4 milioni il costo dei lavori, che dovrebbero durare un anno e saranno diretti dalle ditte Sogesid e Sintec.

Sul posto si è recato anche il sindaco di Giugliano Antonio Poziello, precedentemente impegnato in consiglio comunale. Di Resit si parlerà anche domani alla Camera dei Deputati, dove durante le seduta dedicata al Question Time sarà presentata l’interrogazione a risposta orale dell’onorevole Samuele Segoni di Alternativa Libera.

Ecco il video integrale della conferenza stampa di De Luca, di seguito tutte le foto:

1

2

3

4

5

8

6

7