Rifiuti tossici sversati in mare, sequestrata un’azienda

Rifiuti tossici sversati in mare, sequestrata un’azienda

L’azienda era abusiva, i titolari sono stati denunciati. Scoperti anche 7 dipendenti “a nero”


TORRE DEL GRECO – E’ stata sequestrata dalla polizia ambientale della Capitaneria di Torre del Greco un’azienda che sversava a mare diversi tipi di rifiuti chimici e tossici. L’azienda, ubicata in località nazionale, era inoltre del tutto abusiva. I titolari della fabbrica non avevano infatti nessuno dei permessi necessari per esercitare la propria attività. Al momento del blitz sono stati anche scoperti 7 dipendenti che lavoravano a nero, senza ovvero alcuna copertura previdenziale, assicurativa e lavorativa.

I titolari sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria competente per: attività di gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi (fanghi solventi, schiuma, tensioattivi ecc.); scarico non autorizzato nel sottosuolo e nelle acque sotterranee di reflui industriali ivi sversati direttamente costituenti grave pericolo e potenziale fonte di compromissione anche dell’habitat urbano circostante; violazione di vincoli paesaggistici e urbanistico/edilizio con riferimento a varie unità immobiliari abusivamente realizzate all’interno della stessa area; omesso trattamento depurativo dei reflui di natura industriale prodotto dal ciclo lavorazione che venivano recapitate direttamente in rete fognaria tal quale con potenziali gravi ripercussioni per le matrici ambientali; spandimento al suolo di sostanze altamente nocive e pericolose per la salute umana e per le stesse matrici ambientali; assenza dei prescritti registri di carico/scarico di rifiuti e di altra prescritta documentazione di tracciabilità e gestione dei rifiuti industriali derivanti dall’attività illecita condotta.