Sequestrato cantiere edile abusivo in provincia di Napoli: ospitava lavoratori clandestini

Sequestrato cantiere edile abusivo in provincia di Napoli: ospitava lavoratori clandestini

Oltre ad essere sfruttati “a nero”, i dipendenti erano tutti immigrati illegalmente in Italia. Il blitz è stato eseguito dagli agenti della Polizia Locale


CASAVATORE – Lotta al lavoro sommerso ed ai reati alla relativi alla clandestinità . La Polizia Locale di Casavatore diretta in prima persona dal  Comandante Colonnello Antonio Piricelli ha effettuato una serie di ispezioni mirate in materia edilizia . Durante i controlli molto accurati è emerso che in un immobile si stavano realizzando lavori senza le dovute autorizzazione . Fin qui normale routine ,  l’aspetto che ha fatto si che le indagini prendessero una piega diversa e finissero in ambito penale sono giunti quando si è accertato che la ditta operante  utilizzava lavoratori clandestini perche in Italia senza regolare permesso di soggiorno e soprattutto perché esercenti il mestiere a nero.

Immediatamente sono avviate le indagini che hanno portato alla denuncia all’autorità per sfruttamento del lavoro nero e di lavoratori clandestini del titolare della ditta , e sono stati  emessi numerosi provvedimenti da parte del Comandante Piricelli di inviti di Pubblica Sicurezza a carico dei clandestini a presentarsi presso l’ufficio Stranieri del Commissariato di Afragola .