Mugnano, il Comune aderisce al ricordo della tragedia di Marcinelle, in cui morirono 136 italiani

Mugnano, il Comune aderisce al ricordo della tragedia di Marcinelle, in cui morirono 136 italiani

“Abbiamo il dovere di ricordare – spiega l’assessore alla Cultura Mario Imbimbo – non solo tutti i morti sul lavoro ma anche chi vive, come noi italiani allora, il dramma dell’emigrazione”


MUGNANO – Anche il Comune di Mugnano aderisce alla Giornata del Sacrifico del Lavoro Italiano nel Mondo. Giornata istituita dal Governo per ricordare la tragedia nella miniera di Marcinelle in Belgio, dove morirono 136 minatori italiani, e tutti i connazionali caduti sul lavoro in patria e all’estero. “Oggi a partire da quella tragedia, che sessant’anni fa colpì il nostro paese, abbiamo il dovere di ricordare – spiega l’assessore alla Cultura Mario Imbimbo – Ricordare non solo tutti i morti sul lavoro ma anche chi vive, come noi italiani allora, il dramma dell’emigrazione”. Per ricordare le vittime della tragedia le bandiere del Comune sono state poste a mezz’asta.

“La tragedia delle vittime di Marcinelle ci ricorda come un tempo eravamo noi italiani migranti ed emarginati in terra straniera – dichiara il sindaco Luigi Sarnataro – La nostra comunità purtroppo è stata più volte colpita da simili tragedie: l’anno scorso con la scomparsa dei nostri fuochisti, quest’anno con la scomparsa di un nostro concittadino, Biagio Puzone, morto sul posto di lavoro cadendo da un’impalcatura. E’ necessario che vengano rafforzate le misure di sicurezza sul lavoro e potenziate le politiche di sensibilizzazione sul tema”.