Prima medaglia per l’Italia a Rio 2016, Rossella Fiamingo è d’argento nella spada femminile

Prima medaglia per l’Italia a Rio 2016, Rossella Fiamingo è d’argento nella spada femminile

La catanese aveva compiuto un autentico miracolo sportivo in semifinale contro la cinese ma subisce la rimonta dell’ungherese Szász. Delusione Nibali e Zublasing


RIO DE JANEIRO – Buona la terza, dopo le prime delusioni di queste olimpiadi arriva la prima medaglia per l’Italia in questa edizione brasiliana dei giochi olimpici, e manco a farlo apposta arriva da una disciplina che da sempre ha regalato pioggia di successi agli atleti tricolori, la scherma, ma da una specialità di introduzione recente – la spada femminile – che fino ad oggi non aveva riservato alcuna gioia alle italiane. A conquistarla è la siciliana Rossella Fiamingo, 25 anni da Catania, che parte bene in finale contro l’ungherese Emese Szász ma subisce il ritorno dell’avversaria e cede 15-13.

L’argento della Fiamingo arriva dopo la debacle a sorpresa di Petra Zublasing, tiratrice bolzanina che nella specialità della carabina da 10 metri in cui è campionessa mondiale in carica ha mancato l’accesso alla finale, e dopo la caduta di Vincenzo Nibali a pochi chilometri dal traguardo nella gara di ciclismo in linea, con il siciliano in corsa per il podio.

Rossella Fiamingo è arrivata a Rio con i favori del pronostico, avendo vinto le ultime due edizioni dei mondiali. Ha eliminato al primo turno la canadese Leonora McKinnon per 15-7, poi agli ottavi ha fatto fuori Vivian Kong, rapprensentante di Hong-Kong per 15-11 e ai quarti la sud coreana In-Jeong Choi per 15-8. In semifinale l’autentico capolavoro, contro l’ostica cinese Yiwen Sun che si porta subito avanti ed aumenta il vantaggio fino a quattro stoccate quando sul cronometro manca poco meno di un minuto e mezzo dei nove a disposizione divisi in tre manches: la campionessa italiana non si perde d’animo e riesce a pareggiare a pochi secondi dallo scadere, per completare il capolavoro con il punto decisivo del 12-11 nel minuto supplementare che le regala la finale e la certezza di una medaglia. La Sun conquisterà poi il bronzo.

Nella notte italiana l’attenzione è per il nuoto con Gabriele Detti impegnato nella finale dei 400 stile libero e la staffetta guidata dalla portabandiera Federica Pellegrini che proverà l’impresa nella finale della 4x10o stile libero. Nel pomeriggio, invece, buon esordio per il settebello che supera 9-8 la Spagna nel primo incontro del girone, secca sconfitta per la squadra maschile di tiro con l’arco che si ferma ai quarti di finale contro la Cina.