Blitz della Polizia: sequestrata coltivazione di canapa indiana di 6.000mq e 255mila euro

Blitz della Polizia: sequestrata coltivazione di canapa indiana di 6.000mq e 255mila euro

Arrestati il proprietario dell’azienda agricola e i tre suoi dipendenti


SESSA AURUNCA – Sequestrata un’ area di 6.000 metri quadrati  adibita alla coltivazione  di canapa indiana con oltre 500 piante  dell’altezza di 3-4 metri , particolarmente floride.

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Sessa Aurunca, a seguito di attività info – investigative, sono intervenuti  in via Nepi nella frazione di Aulpi dove era stata individuata un’azienda agricola con un un esteso campo destinato alla coltivazione di canapa indiana che, da accurati accertamenti tecnici, è risultata di proprietà di Pietro Postiglione, 52 enne di Quarto.

Dopo aver ben individuato la zona, cui era possibile accedere attraverso una strada sterrata lunga circa un chilometro con doppio cancello , gli agenti nella mattinata di ieri hanno fatto irruzione nell’ azienda ove hanno sorpreso i tre stranieri mentre erano intenti al lavoro.

Su un carrello agricolo i poliziotti hanno trovato alcune piante in fase di essiccazione parcheggiato all’interno di un capannone. Inoltrandosi nei terreni circostanti è stata individuata l’ area adibita all’illecita coltivazione.

I poliziotti, dopo aver bloccati i tre cittadini stranieri, che vivevano all’interno di un fabbricato ubicato nell’azienda agricola, si sono posti sulle tracce del proprietario.

Durante una perquisizione, in un’ala del fabbricato ad uso esclusivo del Postiglione, all’interno di una stanza sbarrata da una porta di ferro, i poliziotti hanno rinvenuto un armadietto blindato contenente oltre 255.000,00 euro suddivisi in banconote da 50, 100, 200 e 500 euro verosimilmente provento dell’illecita attività.

Gli altri arrestati sono: Charles Boatng, 39 enne nato in Liberia, Sami Bodini, 52enne albanese, Nermin Negip, 36enne rumeno.

Le piante sono state estirpate per la successiva distruzione mentre il danaro è stato sequestrato. Sequestrata penalmente anche una doppietta e numerose cartucce a pallini illegalmente detenute dagli stranieri, mentre 8 fucili sono stati sequestrati amministrativamente insieme a numerose cartucce a palla singola legalmente detenute dal Postiglione.