Follia in Campania: un padre uccide il figlio disabile a coltellate

Follia in Campania: un padre uccide il figlio disabile a coltellate

Luigi Piacquadio, 72 anni, ha poi tentato di togliersi la vita


MONTESARCHIO (BN) – Orrore in provincia di Benevento. Come riferisce il mattino.it, un uomo di 62 anni, Luigi Piacquadio, ha ucciso a coltellate il figlio disabile di 38 anni, Domenico, ed ha poi tentato il suicidio. La tragedia è avvenuta in un appartamento di via Lavinia, non lontano dal centro di Montesarchio.

Non si conoscono al momento le ragioni di quella che appare una lite poi sfociata nell’omicidio. A dare l’allarme alcuni vicini di casa che hanno fatto convergere sul posto le autoradio della compagnia dei carabinieri di Montesarchio.

L’omicidio è avvenuto nella casa della famiglia. Dopo aver ucciso il figlio con diverse coltellate, l’omicida ha tentato di suicidarsi gettandosi dal balcone di casa, ma è stato fermato in tempo grazie all’intervento dei carabinieri. Luigi Piacquadio è ora in stato di fermo nella caserma dei carabinieri di Montesarchio.