La denuncia delle mamme del 1°Circolo: “Contrabbando fuori scuola davanti ai bimbi”

La denuncia delle mamme del 1°Circolo: “Contrabbando fuori scuola davanti ai bimbi”

Piazza Gramsci, una volta simbolo della movida giuglianese, ha vissuto un lento declino e a subirne le conseguenze è anche la scuola


GIUGLIANO – Una situazione paradossale quella che vivono i genitori degli alunni del 1° Circolo didattico di piazza Gramsci, che già dalle prime ore della mattina sono costretti, coi loro bambini, a vedere uomini vendere sigarette di contrabbando senza alcun controllo e nella più totale totale anarchia. “Non è normale che i nostri bambini vivano una situazione di illegalità come questa come una cosa normale – dichiara una mamma – a pochi metri ci sono i vigili urbani che si occupano però, solo della viabilità”. Come si vede nella foto dell’articolo, i contrabbandieri agiscono proprio fuori al portone della scuola, lasciando i pacchetti di sigarette in scatole di cartone incuranti dei passeggini dei bambini.

Dalla sua ristrutturazione piazza Gramsci, una volta simbolo della movida giuglianese, ha vissuto un lento declino. I mancati controlli hanno fatto si che la piazza diventasse territorio di conquista di baby gang e spacciatori. Innumerevoli ormai le denunce di episodi illeciti in piazza. Purtroppo, neanche le giostrine per i bambini sono sopravvissute. Ora si spera che con la prossima riapertura del bar dello Chalet e con le iniziative dei cittadini che hanno provato a ripopolare il posto come ai vecchi tempi, la piazza torni ad essere un luogo di ritrovo per i giuglianesi e non per spacciatori e babygang.