Ritrovate a Scampia le minorenni scomparse da Torre del Greco, erano con due uomini

Ritrovate a Scampia le minorenni scomparse da Torre del Greco, erano con due uomini

Il padre di una delle due, Martina, ha ritrovato le ragazzine dopo una segnalazione anonima. Un pusher armato lo ha condotto al casolare dove si trovavano


NAPOLI – Sarebbero state avvicinate da due uomini, di oltre 30 anni, Martina e Merysol, le due ragazzine di 14 e 12 anni scomparse sabato sera e ritrovate nella giornata di ieri. Le due giovanissime si erano allontanate dalle loro abitazioni a Torre del Greco e si trovavano a Scampia, a Napoli, al momento del ritrovamento. Le due ragazzine sono state accompagnate dai genitori in ospedale per accertamenti. Stando a quanto ricostruito nell’indagine in corso, Martina e Merysol si sono allontanate da casa in direzione Napoli per incontrare un loro coetaneo conosciuto in chat ma avrebbero, senza alcun motivo apparente, cambiato idea.

Una volta perso l’ultimo treno per tornare a Torre del Greco sono state avvicinate da due sconosciuti che avrebbero asserito, in presenza delle ragazzine, di avere 20 anni ma che, dalle immagini di videosorveglianza di un distributore di benzina ed una cornetteria di Scampia, sembrano avere sui 30 e 40 anni circa. Le giovanissime sono state ritrovate grazie ad una testimonianza anonima. Il padre di una delle due, Martina, ha affermato di essere stato avvicinato da un pusher armato che, minacciandolo con una pistola, lo ha condotto nel casolare di via Napoli, dove si trovavano le giovanissime. Sull’episodio indagano la Procura di Torre Annunziata e la polizia di Torre del Greco.

Fonte: ilmattino.it