Sinistri stradali e referti medici falsi: in manette un avvocato in provincia di Napoli

Sinistri stradali e referti medici falsi: in manette un avvocato in provincia di Napoli

La circostanza, secondo quanto accertato dagli inquirenti, si sarebbe verificata, per mano dell’uomo coinvolto, almeno 11 volte


CASTELLAMMARE DI STABIA – Precostituzione di false prove ed incasso di indennizzi assicurativi per sinistri mai avvenuti. Con queste prove un avvocato di Castellammare, Luca Franco, è  stato arrestato dalla guardia di finanza. Al legale, che è stato trasferito agli arresti domiciliari, la Procura di Torre Annunziata contesta anche l’ induzione all’errore di sanitari nella falsa formazione di referti medici. Le indagini dei finanzieri di Napoli- come riportato da ilmattino.it- hanno accertato che almeno 11 sinistri stradali sarebbero stati falsamente costruiti dall’ avvocato. Il legale avrebbe anche utilizzato falsi testimoni,di solito persone indigenti, pagandoli dai 50 ai 100 euro. Diversi soggetti risultavano coinvolti in più incidenti. In un caso la stessa persona aveva avuto il ruolo, in sinistri diversi, di danneggiante, danneggiato e testimone. «In almeno un paio di occasioni – afferma il procuratore di Torre Annunziata, Alessandro Pennasilico – l’indagato ha anche cercato di inquinare le prove.

Avendo saputo che alcuni falsi testimoni erano stati convocati in Procura per fornire spiegazioni rispetto alla dinamica dei sinistri mai avvenuti, ha spiegato loro come avrebbero dovuto rispondere alle domande del pm in modo da non consentire l’accertamento della verità». Le indagini sono partite da una denuncia dell’ufficio Audit di Unicredit su un dipendente della filiale «Private banking» di Castellammare di Stabia, che avrebbe permesso all’avvocato Franco di incassare decine di assegni non trasferibili nonostante il legale non fosse il beneficiario. Tra il 2013 e il 2014, l’ avvocato Franco avrebbe incassato quasi 200 mila euro in assegni.