Spari a via Roma: il terrore di una nuova faida a Napoli

Spari a via Roma: il terrore di una nuova faida a Napoli

I colpi sarebbero stati esplosi da alcuni giovani a bordo di motorini. Sale la tensione tra i clan dei Quartieri Spagnoli


NAPOLI – Paura nel cuore di Napoli, alcuni colpi d’arma da fuoco sono stati esplosi all’incrocio tra via Roma e Piazza Trieste e Trento, nei pressi del civico 290.

Secondo le prime ricostruzioni si tratterebbe di una “stesa”, una sorta di dimostrazione di forza messa in atto da un gruppo criminale nei confronti del clan rivale.

I colpi sarebbero stati esplosi da giovani malviventi a bordo di alcuni scooter che poi si sarebbe dileguati tra i vicoli del centro. È l’ennesima dimostrazione di una crescente tensione tra le famiglie dei Quartieri Spagnoli.

Secondo quanto emerge dopo le prime indagini, chi sparava aveva un obiettivo preciso: i colpi erano rivolti verso la casa del figlio di Giuseppe Salvia, vicedirettore del carcere di Poggioreale ucciso dalla camorra negli anni ’80. Un bossolo è entrato in casa e solo fortuitamente nessuno è rimasto ferito.