Udienza preliminare nel processo per le morti di Fortuna e Antonio: le decisioni

Udienza preliminare nel processo per le morti di Fortuna e Antonio: le decisioni

“La giustizia sta facendo il suo corso – ha detto Domenica Guardato, mamma di Fortuna – e questo è solo il primo passo verso la verità”


AVERSA – Questa mattina, presso il tribunale di Napoli nord, ha avuto luogo l’udienza preliminare per i due imputati per la morte dei piccoli Fortuna Loffredo ed Antonio Giglio. Nel primo pomeriggio la decisione: entrambi gli indagati – come riporta ilmattino.it- sono stato rinviati a giudizio. Raimondo Caputo con l’accusa di omicidio volontario e Marianna Fabozzi, sua convivente, per mancata vigilanza nei confronti della figlia di tre anni. L’udienza è stata fissata per l’8 novembre alla quinta sezione della Corte di Assise di Napoli.

«La giustizia sta facendo il suo corso – ha detto Domenica Guardato, mamma di Fortuna – e il rinvio a giudizio degli assassini di mia figlia è solo il primo passo verso la verità. Nel mio disastrato quartiere si era sparsa la voce che Marianna sarebbe uscita e, invece, è uscita nel blindato per ritornare in cella». I difensori degli imputati hanno già preannunciato un’aspra battaglia in aula, basata essenzialmente sulle perizie psichiatriche infantili sulle tre figlie di Marianna Fabozzi, le principali accusatrici di Raimondo Caputo.

La prima udienza è fissata per il prossimo 8 novembre.