Abuso d’ufficio e corruzione, il primo dirigente Pasquale Trocino condannato a 3 anni e 4 mesi

Abuso d’ufficio e corruzione, il primo dirigente Pasquale Trocino condannato a 3 anni e 4 mesi

Avrebbe costretto il titolare di una ditta di vigilanza ad assumere personale e pagargli le spese di vestiti e costosi orologi


GIUGLIANO – Tre anni e quattro mesi, appena due mesi in meno di quanto richiesto dal PM Stefania Buda, questa la condanna per Pasquale Trocino, primo dirigente del commissariato di Polizia di Giugliano-Villaricca, emessa dal giudice per le indagini preliminari Pietro Carola al termine del processo di primo grado che si è tenuto con il rito abbreviato. A darne notizia è il corriere del mezzogiorno.

I reati sarebbero stati commessi tra il 2010 ed il 2012 quando Trocino era al comando del commissariato Vasto, a denunciare il poliziotto è stato Salvatore D’Emilio, titolare dell’istituto “La Vigilante” che si occupa di vigilanza privata. Sarebbe stato costretto ad aprire un conto presso un noto negozio di abbigliamento a favore di Trocino, che quindi avrebbe sfruttato questo credito per fare i propri acquisti, tra cui un costosissimo orologio Panerai. Oltre alle spese a suo carico, D’Emilio ha denunciato anche l’aver dovuto assumere personale su indicazione di Pasquale Trocino.