Bimbo colpito da meningite ad Aversa, rischio contagio per alunni e insegnanti della Diaz

Bimbo colpito da meningite ad Aversa, rischio contagio per alunni e insegnanti della Diaz

Partita la profilassi all’istituto. Genitori increduli: “Pensavamo non fosse vero. E’ una di quelle cose che senti in giro ma non pensi mai che possa capitare nella scuola di tuo figlio”


AVERSA – Un giramento di testa, la vista un po’ annebbiata, il bisogno di andare in bagno. All’inizio la meningite di Francesco (il nome è di fantasia), 10 anni. sembra soltanto un’influenza. Dopo poco, però, nell’istituto ‘Diaz’ del comprensivo ‘Parente’, i compagni e le maestre si accorgono che la cosa è ben più grave. Il malore non passa e Francesco viene subito accompagnato dai genitori all’ospedale Cotugno di Napoli. Già dopo le prime visite all’ospedale, dove il ragazzino è ancora ricoverato, la diagnosi è chiara: i sintomi sono quelli della meningite.

Un’ipotesi confermata ieri con una comunicazione formale all’istituto, il canale ufficiale per dare il via alle misure di profilassi per bambini della scuola di via Corcioni e per i maestri che negli ultimi giorni avevano avuto contatti continuati con Francesco. Nei gruppi Whatsapp dei genitori la voce comincia a girare. In pochi minuti le domande fanno crescere la paura, il timore ingigantisce numeri e pericolosità della malattia di messaggio in messaggio, una corsa di commenti sconvolti solo rallentata dalle rassicurazioni della scuola.

“All’inizio ci siamo spaventati, certo, pensavamo non fosse vero – dice un genitore -, E’ una di quelle cose che senti in giro ma non pensi mai che possa capitare nella scuola di tuo figlio. Poi abbiamo avuto garanzie dalla preside. Qualcuno per precauzione già ieri ha fatto visitare il figlio al reparto di Pediatria dell’ospedale ‘Moscati’ per stare più sicuro”. Dall’ospedale spiegano che il rischio di un contagio è comunque basso e dipende dalla quantità di tempo passata insieme in uno stesso spazio.

Per questo si è scelto di far iniziare la profilassi a bambini e insegnanti. “Dopo la comunicazione di un docente del plesso Diaz – dice Angela Comparone, preside dell’istituto comprensivo “Parente” – relativamente ad un sospetto caso di meningite, abbiamo chiesto all’Asl di effettuare un sopralluogo e un controllo sulla veridicità della segnalazione. Alle 11 circa è stata riscontrata una sospetta meningite meningococcica ed è stato consigliato di praticare ad alunni e insegnanti di alcune classi misure di profilassi “