Cambio al vertice CIG, Punzi: “Lascio una zona ASI rigenerata, auguri al mio successore”

Cambio al vertice CIG, Punzi: “Lascio una zona ASI rigenerata, auguri al mio successore”

L’ex presidente del Consorzio Industriali di Giugliano fa posto a Luigi Russo


GIUGLIANO – Zona ASI, l’imprenditore Angelo Punzi lascia la carica di presidente del CIG un anno prima della scadenza del suo secondo mandato. I crescenti impegni legati professionali della sua azienda meccatronica, la Gma Group, e quelli in qualità di vicepresidente dell’Unione industriali di Napoli, lo hanno spinto a fare posto al suo collega Luigi Russo della Puma. Conserva l’incarico di delegato con le istituzioni della zona Asi di Giugliano per conto dell’Unione industriali di Napoli. Lascia soddisfatto del bilancio delle cose fatte in sei anni.

“Lascio il Consorzio completamente rigenerato, con una bella agenda di cose fatte, di eventi e incontri che hanno qualificato quest’area dopo anni di abbandono. La nostra presenza costante al tavolo in Prefettura ci ha consentito di strappare più controlli e fondi pubblici per portare via i rom dalla zona Asi e realizzare il muro di cinta. È stato istituito un servizio di vigilanza h24 con il controllo agli accessi che ha scoraggiato le aggressioni alle aziende”, dice Punzi.

Il Cig ha promosso molti convegni con scuole, sindacati e Ordine dei commercialisti, coi sottosegretari Angelo Rughetti e Gioacchino Alfano. Un occhio di riguardo anche alla salute dei dipendenti con lo screening di prevenzione del tumore al seno effettuato dai sanitari dell’Istituto Pascale. Poi, Punzi elenca gli altri progetti in cantiere. In via di definizione il sistema di videosorveglianza finanziato per 100 mila euro dalla Camera di Commercio di Napoli. Restano da portare avanti le battaglie per le infrastrutture. Si spera ancora di strappare i fondi europei per il potenziamento di strade, fogne e illuminazione che potrebbero garantire in maniera definitiva il rilancio al quale si lavora da anni anche al tavolo istituito in Prefettura. “Abbiamo messa una bella pietra per il rilancio del territorio”, dice il presidente uscente Angelo Punzi che fa gli auguri di buon lavoro al suo successore.