Chiedevano il pizzo in un cantiere PIU Europa, arrestati. Poziello: «Denunciare è importante»

Chiedevano il pizzo in un cantiere PIU Europa, arrestati. Poziello: «Denunciare è importante»

I due si sono presentati alla chiesa delle concezioniste come emissari del clan Mallardo


GIUGLIANO – Chiedevano il pizzo alla ditta che si occupa dei lavori PIU Europa nella chiesa delle concezioniste, nel centro di Giugliano, ma sono stati denunciati ed arrestati. Si tratta di Carmine Cerqua e Armando Palma, detto “Armanduccio 29”. I due, rispettivamente 46 e 54 anni, si sono presentati come emissari del clan Mallardo per esigere il pagamento di una tangente al titolare. L’intervento dei carabinieri della compagnia di Giugliano, guidati dal capitano Antonio De Lise, ha interrotto sul nascere il tentativo ed ora gli estorsori sono al carcere di Poggioreale in attesa della convalida del fermo, che arriverà oggi pomeriggio.

Sulla vicenda è intervenuto il sindaco Antonio Poziello: «Un’operazione importante, le imprese denunciano e questo vuol dire che i semi di legalità cominciano a germogliare, trovando poi attenzione da parte dello Stato. L’arma dei carabinieri è prontamente intervenuta individuando e fermando gli uomini del clan e per questo li ringrazio. Questo è un segnale importante per le imprese del territorio che sanno di poter denunciare e vincere la camorra, dal canto nostro stiamo mettendo in campo tutte le azioni possibili per assistere chi finisce nella morsa del racket, con noi abbiamo l’associazione nazionale carabinieri, numerosi magistrati ed avvocati pronti a dare assistenza e sostegno, giovedì approveremo in giunta un protocollo da proporre as SOS Impresa».