Estorsione ad una ditta del PIU Europa per i Mallardo: «Andate al Selcione per mettervi a posto »

Estorsione ad una ditta del PIU Europa per i Mallardo: «Andate al Selcione per mettervi a posto »

I lavori alla chiesa di San Rocco erano stati interrotti due volte. Convalidato il fermo per Cerqua e Palma


GIUGLIANO – I carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania hanno sottoposto a fermo 2 soggetti ritenuti affiliati al clan camorristico dei “Mallardo”, che controlla gli affari illeciti a Giugliano in Campania e nei comuni limitrofi. Si tratta del 45enne Carmine Cerqua e del 54enne Armando Palma, alias “Armanduccio 29”, entrambi di Giugliano e già noti alle forze dell’ordine che sono ritenuti responsabili di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Per due volte erano andati nella chiesa San Rocco (in fase di ristrutturazione nell’ambito del PIU Europa, progetto di riqualificazione – finanziato da fondi europei – del centro storico di Giugliano). Ai rappresentanti della ditta edile incaricata avevano imposto l’interruzione dei lavori e di “andare a mettersi a posto al Selcione”, località notoriamente frequentata da esponenti del clan, per fissare la somma con il sodalizio criminale e proseguire i lavori “in tranquillità”. Il giudice per le indagini prelimiari ha convalidato i fermi e disposto la custodia cautelare in carcere a carico di Cerqua e Palma, che erano già a Poggioreale.