Finge di essere investito per ottenere i soldi per le vittime della strada, scoperto e denunciato

Finge di essere investito per ottenere i soldi per le vittime della strada, scoperto e denunciato

SANT’ANTIMO – Una segnalazione, una richiesta di intervento urgente, un finto incidente della strada. E’ questo quanto accertato dagli agenti della Polizia


SANT’ANTIMO – Una segnalazione, una richiesta di intervento urgente, un finto incidente della strada. E’ questo quanto accertato dagli agenti della Polizia Locale santantimese che non l’hanno bevuta. Infatti, gli uomini del Comandante, Maggiore Biagio Chiariello, ricevuta una segnalazione di un uomo a terra con gravi ferite, causate da un investimento stradale, si sono precipitati in una delle traverse di via Roma dove hanno notato a terra uno scooter, con evidenti graffiature, ed una macchia di sangue ma, del ferito, nessuna traccia. Le informazioni chieste ai passanti non hanno sortito nessun effetto visto che nessuno sapeva nulla. Allora gli agenti hanno rilevato il numero di targa e chiesto ad alcuni parenti dell’intestatario che hanno riferito che l’uomo, di circa 50 anni, era in ospedale per le gravi ferite riportate a seguito di investimento con omissione di soccorso e che versava in prognosi riservata.

E’ scattato quindi subito il sequestro del mezzo che poi è risultato anche privo di copertura assicurativa. Effettuati i rilievi di polizia stradale, qualcosa però non quadrava. Infatti dell’urto nessuna traccia. Ed è così che, sciolta la prognosi, gli agenti hanno raccolto dichiarazioni dalle quali è scattata la confessione dell’uomo che ha riferito di essersi inventato tutto e di essere caduto da solo e che ha cercato di simulare una omissione di soccorso per spillare un po’ di soldi alla compagnia di assicurazioni che gestisce il fondo vittime della strada che interviene nei casi in questione.

E’ scattata quindi la denuncia a piede libero del soggetto con rapporto inoltrato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli per simulazione di reato ed altre ipotesi previste dalla normativa di riferimento, nonché il sequestro del mezzo con sanzioni per mancata copertura assicurativa, mancata revisione e circolazione con targa non a norma. Resta alta la guardia degli agenti per ripristinare la legalità e ordine sul territorio, con non poche difficoltà.