Giugliano, ancora gravissime le condizioni del 16enne. Autopsia sul corpo del 25enne

Giugliano, ancora gravissime le condizioni del 16enne. Autopsia sul corpo del 25enne

Lo schianto mortale all’alba di domenica sulla circumvallazione che ha coinvolto quattro giovani, di cui tre minorenni


GIUGLIANO – Schianto mortale, disposta l’autopsia sulla salma del 25enne deceduto all’alba di domenica nei pressi di Ponte Riccio a Giugliano (LEGGI QUI). Halilovic Naki era alla guida di una Polo quando ha perso il controllo del veicolo. Viaggiava con altri tre giovani, tutti di 16 e 17 anni. Sia la vittima che i feriti risultano domiciliati nel campo nomadi di Giugliano. Il conducente è morto sul colpo. Inutili i tentativi di rianimazione del personale del 118.

I camici bianchi non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. L’incidente è avvenuto sulla Circumvallazione all’altezza dell’hotel Mediterraneo. Una strada che si è già macchiata di sangue in passato per l’alta velocità con cui i mezzi tendono a percorrerla. Ancora gravi le condizioni del 16enne, che resta ricoverato presso l’ospedale San Giuliano di Giugliano. Il ragazzo è ancora in gravissime condizioni. Sia lui che la vittima sono stati sbalzati dal veicolo dopo il tremendo schianto.

Ad eseguire i rilievi i carabinieri della stazione di Giugliano e l’Aliquota Radiomobile, sotto il coordinamento del comandante della locale Compagnia, Antonio De Lise. Stando ai primi riscontri l’auto è finita contro il guardrail, fuoriuscendo dalla sede stradale, probabilmente a causa per l’alta velocità.