Giugliano, blitz al campo rom. Ritrovate una ventina di auto rubate ad una ditta della zona

Giugliano, blitz al campo rom. Ritrovate una ventina di auto rubate ad una ditta della zona

In risposta agli episodi di violenza degli ultimi giorni, i carabinieri hanno fatto irruzione alle prime luci di questa mattina


GIUGLIANO – Dalle prime ore di questa mattina sono in corso le operazioni dei carabinieri di Giugliano, guidati dal capitano Antonio De Lise, nei pressi del campo rom al confine con Qualiano, in via Vaticati, dove attualmente vivono circa 200 persone.

Le operazioni sono una risposta agli ultimi episodi di violenza che hanno visto protagonisti alcuni malviventi di etnia rom che si sono scontrati con le forze dell’ordine: prima l’investimento di alcuni militari dell’Arma e poi alcuni colpi di pistola esplosi durante un conflitto a fuoco. Le perquisizioni stanno interessando tutte le abitazioni presenti nel campo ma i militari si stanno inoltrando anche nelle campagne circostanti.

Al termine dell’operazione, che ha coinvolto con i militari della Compagnia di Giugliano anche equipaggio dell’Elinucleo di Pontecagnano ed il personale della CIO del 10° Reggimento Campania, sono stati deferiti in stato di libertà sette abitanti del campo, ritenuti responsabili di attentato alla sicurezza dei trasporti, poiché risultati reali utilizzatori di altrettanti veicoli – nello specifico, tre autovetture e quattro furgoni – di varie marche e modelli, che sono risultati sprovvisti di copertura assicurativa e in situazione di violazione di diversi articoli del codice della strada. Analoga condizione per altri 33 mezzi.

I 40 veicoli, che in alcuni casi risultavano addirittura non più circolanti, sarebbero stati utilizzati non solo per i quotidiani spostamenti ma anche per compiere reati di tipo predatorio. Posti sotto sequestro, per i mezzi è stata avviata la procedura di rottamazione.