Inchiostro pericoloso, ritirati i Turbo Scent. Le precisazioni dell’azienda

Inchiostro pericoloso, ritirati i Turbo Scent. Le precisazioni dell’azienda

La Giotto, nota casa produttrice di colori, ritira i suoi Turbo Scent, dopo l’allarme lanciato dall’associazione dei consumatori Que Choisir. Sono presenti sostanze tossiche negli inchiostri profumati dei pennarelli

@Saverio Nappo

turbo scent
I pennarelli profumati sono molto apprezzati dai bambini
I pennarelli profumati sono molto apprezzati dai bambini

NAPOLI- Que Choisir è l’associazione di consumatori francese che il mese scorso ha analizzato il contenuto dei Turbo Scent, pennarelli della Giotto, amati dai bambini per il profumo sprigionato dall’inchiostro durante l’utilizzo. Proprio il profumo ha incuriosito i membri di Que Choisir che ne hanno analizzato il contenuto chimico, in laboratorio. I risultati delle analisi hanno confermato la presenza di allergeni molto pericolosi. Lo studio dell’associazione francese ha dimostrato quanto fosse reale il rischio di intossicazione dei minori, collegato all’impulso degli stessi di inalare il profumo sprigionato dall’inchiostro dei Turbo Scent. Le sostanze contenute negli inchiostri profumati sono catalogate come COV (Composti Organici Volatili): il benzene, ad esempio, è una sostanza COV, cancerogena per gli essere umani, oppure la formaldeide, contenuta proprio nelle vernici, recentemente dichiarata tossica, che causa irritazione alle mucose e può aumentare l’irritazione e la suscettibilità ad ulteriori aggressioni chimiche.

I Turbo Scent sono tra i pennarelli più venduti in Italia
I Turbo Scent sono tra i pennarelli più venduti in Italia

 

 

L’allarme lanciato da Que Choisir non è stato ignorato. Tutt’altro. I cittadini hanno manifestato una crescente preoccupazione verso l’utilizzo e la commercializzazione di questi particolari pennarelli, tanto da indurre Giotto -la storica casa produttrice- a ritirarli dal mercato francese, dichiarandoli non sicuri. Il caso francese non è rimasto nei confini d’oltralpe, tanto che, nelle ultime ore, l’allarme si è diffuso abbastanza rapidamente anche in Italia, dove Giotto è presente massicciamente con i suoi prodotti, compreso i Turbo Scent. Al momento, in Italia, non è staria stata presa alcuna decisione in merito ai pennarelli profumati, ma non è escluso che il clamore crescente induca la casa produttrice a ritirare definitivamente il prodotto incriminato anche dal mercato nostrano. Il consiglio da seguire è, senza dubbio, quello giunto dalla Francia: evitare di utilizzare i Turbo Scent della Giotto, fino a quando saranno ritirati ufficialmente dal mercato.

A tal proposito la Fila, azienda proprietaria del marchio Giotto, ha fatto sapere tramite una nota stampa di aver ritirato in via precauzionale il prodotto dal mercato. Di seguito la nota stampa inviata alla nostra redazione:

“F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini, Azienda proprietaria del marchio Giotto, comunica di aver proceduto di propria iniziativa e a titolo precauzionale a richiamare dal mercato il prodotto Giotto Turbo Scent – pennarelli profumati (codice 424100 Astuccio 8 colori).

L’iniziativa, volta a garantire la totale sicurezza dei consumatori, è stata intrapresa dall’Azienda italiana in considerazione di alcune anomalie riscontrate nelle fragranze contenute nell’inchiostro dei pennarelli Turbo Scent  – che potrebbero  provocare il rischio di allergie, secondo  quanto previsto dalla Direttiva Giocattoli.

Ad oggi non è stato definito un metodo di analisi armonizzato a livello europeo per la determinazione di queste sostanze ed i test effettuati da diversi Laboratori hanno prodotto risultati non omogenei. Ad oggi, inoltre, non sono pervenute segnalazioni da parte dei consumatori”.