Lutto nella Coldiretti di Napoli. Emanuele Guardascione muore a 31 anni per un male incurabile

Lutto nella Coldiretti di Napoli. Emanuele Guardascione muore a 31 anni per un male incurabile

“La scomparsa di Emanuele ci sconvolge”. Le parole di Gennarino Masiello, presidente regionale. “Lascia un vuoto enorme. Nonostante il male che ha travolto la sua giovane vita, ha sempre offerto un sorriso a tutti”


NAPOLI – Un grave lutto ha colpito la Coldiretti della Campania. A soli 31 anni è venuto a mancare Emanuele Guardascione, presidente della federazione di Napoli e titolare dell’azienda vitivinicola Torelle. Alla famiglia il cordoglio del presidente regionale Gennarino Masiello e dei presidenti provinciali Tommaso De Simone e Vittorio Sangiorgio, del direttore regionale Salvatore Loffreda e dei direttori provinciali Angelo Milo, Francesco Sossi e Vincenzo Tropiano, dei delegati regionale e provinciale di Coldiretti Giovani Impresa, Gennaro Granata e Roberto Basile, dei consiglieri delle federazioni regionali e provinciali, dei dipendenti tutti.

«La scomparsa di Emanuele ci sconvolge -dichiara Masiello- e lascia un vuoto enorme. Nonostante il male che ha travolto la sua giovane vita, ha sempre offerto un sorriso a tutti. È stato un esempio incredibile di coraggio che porteremo nel cuore. La passione che ha dedicato al suo lavoro e alla sua terra è l’eredità che dobbiamo raccogliere». «Viene a mancare un riferimento per i nostri agricoltori -aggiunge Loffreda, anche direttore di Coldiretti Napoli- soprattutto per i giovani. Emanuele è stato per loro un punto di riferimento e uno stimolo costante. Ci stringiamo tutti ai suoi cari in questo momento di grande dolore».