Napoli, ancora spari tra la gente. È la risposta all’agguato subito da “Peppe ‘a basetta”

Napoli, ancora spari tra la gente. È la risposta all’agguato subito da “Peppe ‘a basetta”

Esplosi quattro colpi. L’obbiettivo dei killer è riuscito a fuggire. Sale la tensione tra i clan del centro storico


NAPOLI – Nuovo agguato della camorra nella tarda serata di ieri a Napoli. Ma questa volta la vittima designata è riuscita a sfuggire ai proiettili. E’ accaduto in via Chioccarelli alle spalle del centralissimo corso Umberto. Gli agenti delle Volanti della polizia intervenuti sul posto hanno trovato per terra quattro bossoli. Ma nessuna traccia di sangue.Le persone sul posto interrogate dai poliziotti hanno detto di non aver visto niente. Sono state fatte segnalazioni a tutti gli ospedali cittadini ma anche da li risposte negative: nessuno si è presentato con ferite da colpi di arma da fuoco.

E’ probabile che la vittima designata sia riuscita a sfuggire ai colpi quindi gli investigatori propendono per un agguato mancato e non per la classica stesa perchè non sono stati colpiti ne portoni, ne serrande di negozi, ne finestre o balconi. E’ molto probabile invece che la sparatoria e l’agguato mancato di ieri sera sia da collegare al ferimento di Giuseppe Vatiero avvenuto alle Case Nuove l’altra sera. Via Chioccarelli si trova infatti esattamente al centro tra Forcella e Piazza Mercato zona interessata in questo momento da un cruento scontro tra i clan Sibillo-Giuliano con gli alleati Rinaldi di san Giovanni a Teducccio e i Mazzarella con l’entrata in scena di un gruppo di “scissionisti” della “Paranza dei Bimbi” e il neonato gruppo dei “Corallo”. Scontro con numerose stese e culminato con l’agguato al vecchio boss dei Mazzarella, Giuseppe Vatiero detto Peppe ‘ a basetta tornato in libertà da qualche mese dopo molti anni di carcere.

Gli investigatori sono concentrati su questo scenario per spiegare l’agguato a Vatiero alle Case Nuove e quello fallito di ieri sera che si ritiene sia appunto una risposta per il ferimento grave di Peppe ‘ a basetta. Per tutta la notte nella zona di Forcella, dei Decumani, Case Nuove,Piazza Mercato fino a san Giovanni a Teduccio ci sono state perquisizioni. Gli investigatori sperano di carpire qualche segnale dalle persone che vengono interrogate per capire quali movimenti e quali siano le frizioni tra i clan in questo momento che stanno causando tanta tensione.