Si toglie la vita Vincenzo, il fratello di Marco Mongillo ucciso per sbaglio

Si toglie la vita Vincenzo, il fratello di Marco Mongillo ucciso per sbaglio

Il fratello di Vincenzo, Marco, morì ucciso da un colpo di pistola alla testa sparato per gioco durante un compleanno


CASERTA – Ha deciso di togliersi la vita Vincenzo Mongillo, il fratello di Marco ucciso per “gioco” in casa di un pregiudicato. Il corpo senza vita di Vincenzo è stato trovato poco fa.

Il giovane non si era mai ripreso dalla tragica morte del fratello, di cui è stato testimone. Il fratello di Vincenzo, Marco, fu ucciso da un caro amico del ragazzo mentre si trovavano ad una festa di compleanno a casa di Umberto Zampella all’epoca agli arresti domiciliari.

Durante i festeggiamenti Antonio Zampella, fratello del festeggiato, ha tirato fuori una pistola e “per sbaglio o per gioco”, come dichiarato dallo stesso Zampella, ha esploso un paio di colpi che colpirono Marco uccidendolo sul colpo.

Leggi anche:

Omicidio a Caserta, si costituisce l’assassino: era amico della vittima