Spara a sua moglie e la uccide in auto, poi chiama il 118. Il dramma questa mattina a Sant’Antimo

Spara a sua moglie e la uccide in auto, poi chiama il 118. Il dramma questa mattina a Sant’Antimo

L’uxoricidio all’alba in via Plutone, la coppia era di Lusciano ed aveva due figli


SANT’ANTIMO – Il dramma questa mattina in via Plutone a Sant’Antimo poco dopo l’alba, verso le 6:30. Carmine d’Aponte ha impugnato la pistola ed ha fatto fuoco contro sua moglie, Stefania Formicola, uccidendola. Si trovavano nell’auto di lui, una Ford Fiesta. Entrambi di Lusciano, lui 33 anni, lei 28, pare fossero in crisi coniugale e sarebbe questo il motivo dell’uxoricidio, visto che d’Aponte non accettava la fine del matrimonio da cui erano anche nati due figli. Testimoni avrebbero udito i due litigare in relazione a forti dissapori che d’Aponte aveva con la famiglia di lei, prima del colpo di pistola sarebbero infatti volate parole grosse e minacce.

IL RETROSCENA INQUIETANTE

Sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Giugliano diretti dal capitano Antonio De Lise, lì hanno trovato d’Aponte all’esterno dell’auto che non ha opposto resistenza all’arresto; è stato lo stesso uomo a chiamare il 118. Sul luogo del delitto sono giunti anche il magistrato inviato dalla procura di Napoli Nord e la scientifica. Il corpo senza vita di Stefania Formicola è ancora in auto. Gli inquirenti dovranno anche appurare se l’arma, già posta sotto sequestro, era regolarmente detenuta dall’uomo.

CLICCA E GUARDA IL VIDEO

1

2

3

4

5

6