Allarme furti alla stazione Centrale, la Polfer arresta due uomini

Allarme furti alla stazione Centrale, la Polfer arresta due uomini

Nella giornata di ieri, Polfer e Polizia di Stato hanno portato a termine un’importante operazione di controllo e vigilanza della zona di piazza Garibaldi e nella stazione di Napoli Centrale

@Saverio Nappo

NAPOLI – Aveva destato preoccupazione, nelle ultime settimane, l’aumento sistematico dei furti alle autovetture in sosta nei pressi della stazione di Napoli Centrale. Principalmente, le segnalazioni riguardavano le autovetture in sosta nel parcheggio “Metropark”, situato proprio di fianco alla stazione. Gli utenti hanno letteralmente mandato in tilt i centralini dei commissariati di Polizia e Polfer che svolgono servizio di tutela e controllo del quartiere e della stazione. Il parcheggio è utilizzato da centinaia di utenti in transito nella stazione, nella vicina metropolitana di piazza Garibaldi e nella stazione della Circumvesuviana.

Il numero di furti era aumentato notevolmente, nelle ultime settimane
Il numero di furti era aumentato notevolmente, nelle ultime settimane

Nella giornata di ieri, conseguentemente alle segnalazioni degli utenti, è stato predisposto un servizio di vigilanza in borghese. Una pattuglia di agenti della Polfer, quindi, ha perlustrato la zona antistante il parcheggio e l’interno del parcheggio stesso, cercando di venire a capo a quello che, sin da subito, era parso l’intervento di uno scassinatore o un gruppo di scassinatori. L’ipotesi è stata confermata dopo qualche ora di pattugliamento. Gli agenti hanno notato un individuo aggirarsi tra le autovetture con fare sospetto, con un martelletto in mano, simile a quelli presenti sui treni nel kit antincendio.

Gli agenti della Polfer in azione in stazione
Gli agenti della Polfer in azione in stazione

L’uomo ha rotto il vetro di un’autovettura, ignorando di essere pedinato dagli agenti che sono intervenuti immediatamente. Ne è seguito un breve inseguimento a piedi, tra l’uomo e gli agenti della Polfer che hanno avuto la meglio dopo una colluttazione con il malvivente. L’uomo, un italiano, è stato arrestato e portato in commissariato. Inoltre, nella giornata di ieri, durante l’operazione di controllo e vigilanza della stazione, è stato fermato un altro sospetto, questa volta nei pressi di una delle sale d’attesa per i passeggeri. L’uomo, un albanese, ha reagito con violenza alla richiesta dei documenti di riconoscimento. Solo con l’intervento dei militari dell’Esercito Italiano – anch’essi di pattuglia in stazione – è stato possibile immobilizzare l’uomo e trarlo in arresto. Nella colluttazione, un agente della Polfer è stato colpito violentemente ed è stato trasportato al vicino ospedale “Loreto Mare”, dove è stato giudicato guaribile in sei giorni. Continua l’operazione di controllo e vigilanza della stazione e della zona di piazza Garibaldi, per garantire la sicurezza di uno scalo che sta diventando sempre più importante per la città di Napoli, ma non solo.