Giugliano, obbligava le dipendenti a rapporti sessuali: imprenditore condannato

Giugliano, obbligava le dipendenti a rapporti sessuali: imprenditore condannato

Un uomo di 54 anni è stato riconosciuto colpevole di violenza sessuale, gestiva un negozio di bricolage prodotti per la casa


GIUGLIANO – Il tribunale di Napoli ha condannato a 6 anni e 6 mesi di reclusione un imprenditore 54enne di Giugliano. L’uomo era il proprietario di un negozio di prodotti per la casa e il bricolage di Licola e nel 2014 fu arrestato violenza sessuale nei confronti di alcune sue dipendenti.

Le vittime delle violenze sono due giovani dipendenti dello store che all’epoca si trovava in via Montenuovo, a Licola Patria. Una denuncia delle due ragazze fatta alla locale stazione dei carabinieri fece scattare la minuziosa indagine dei militari dell’Arma che poi portò all’arresto del 54enne.

Le accuse nei suoi confronti erano molto gravi. Le vittime hanno raccontato che per oltre 4 mesi venivano chiuse all’interno dei locali e costrette ad avere rapporti sessuali con il titolare. Sulla testa dell’uomo pendeva anche una denuncia di violenza sessuale da parte di un’altra dipendente dello store.

Le violenze in particolare si sarebbero consumate tra aprile e luglio del 2014. Le indagini dei carabinieri hanno permesso di ricostruire il comportamento delittuoso dell’imprenditore e di giungere alla condannata arrivata nei giorni scorsi.