Napoli, sentenza ribaltata in appello: dall’ergastolo alla libertà per 2 accusati di omicidio

Napoli, sentenza ribaltata in appello: dall’ergastolo alla libertà per 2 accusati di omicidio

I due erano accusati dell’omicidio di Antonio Ritaccio, detto “Ercolino”


NAPOLI – Due ergastoli cancellati, quattro pentiti sedicenti testimoni oculari completamente sconfessati, due imputati scarcerati. Dunque, un improvviso dalla prospettiva del “fine pena mai” al ritorno a casa, con piena libertà di movimento. Questa, come riportato da ilmattino.it, la sentenza della terza corte di assise appello, che ha completamente ribaltato il verdetto espresso anni fa in assise al termine del primo grado di giudizio.  Per l’omicidio di Antonio Ritaccio (alias Ercolino) consumato a Barra nel corso di una delle faide di Napoli est, sono stati assolti e scarcerati Carlo Guarino e Francesco Ricci, al termine del verdetto pronunciato dal presidente Mastursi. Rigettata la richiesta di conferma degli ergastoli pronunciata dal pg Arcese, accolto il lavoro difensivo dei penalisti Antonio Abete e Giuseppe Ricciulli (per Guarino) e Antonio Del vecchio (per Ricci).  Momenti di festa in aula dopo la lettura delle assoluzioni.