Giugliano, raid armato da Di Marino: rapinatori fortunati. Il retroscena

Giugliano, raid armato da Di Marino: rapinatori fortunati. Il retroscena

Seconda rapina in soli 8 giorni, l’ultima venerdì. Ma stavolta la banda è stata davvero baciata dalla dea bendata


GIUGLIANO – Un’altra rapina, la seconda in appena otto giorni subita dal bar-tabacchi Di Marino di corso Campano a Giugliano. Tre rapinatori sono entrati in azioni alle 6:50 circa armati di una pistola e hanno minacciato il titolare portando via circa cento euro e i tanti pacchetti di sigarette posti negli scaffali dietro la postazione del negoziante. Subito dopo si sono dati alla fuga, secondo quanto riferiscono alcuni testimoni, su una Fiat 500, a forte velocità in direzione Chiesa dell’Annunziata.

Il retroscena. Il titolare dell’attività commerciale non ha dovuto chiamare le forze dell’ordine. Un’auto dei carabinieri di pattuglia, infatti, è passata pochi secondi dopo il raid sul posto ed è stata fermata dal proprietario del bar-tabacchi che li ha avvisati della rapina. I militari dell’arma si sono subito attivati alla ricerca dell’utilitaria su cui la banda armata è fuggita, ma purtroppo le ricerche non hanno dato esito positivo. Le strade del centro, complice il presto orario mattutino e il weekend, erano praticamente deserte e hanno agevolato la veloce fuga dei ladri.

Situazione allarmante. Seconda rapina in soli otto giorni per il bar-tabacchi Di Marino in corso Campano. Un esercizio commerciale dislocato in una posizione centralissima a pochi passi dal Municipio e dal comando dei Vigili Urbani. Una situazione che deve preoccupare, soprattutto alla luce del periodo natalizio alle porte, che, statisticamente, vede incrementare episodi di furti e rapine. Il sistema di videosorveglianza di cui il Comune di Giugliano è dotato potrebbe aver ripreso parte dell’arrivo o della fuga dei malviventi.

Giugliano, rapina al Bar-Tabacchi Di Marino. È la seconda in poco più di una settimana