“Napoli non si tocca”, tra le strade un grido contro la camorra

“Napoli non si tocca”, tra le strade un grido contro la camorra

Grande affluenza per la manifestazione #UnPopoloinCammino , tra la gente presente anche il sindaco De Magistris


NAPOLI – Associazioni territoriali, Istituzioni, familiari di vittime innocenti, giovani studenti che si battono per il proprio futuro, padri e madri di ragazzi che non sono riusciti in questa lotta e vogliono ricordarli. È in corso la grande manifestazione #UnPopoloinCammino, tante voci che si uniscono in un solo grido: “Giustizia sociale, riscatto”.

“Diciamo no alle camorre, alla violenza e allo sfruttamento. Allo sfruttamento del territorio imposto dalle ecomafie, alla camorra che cerca di spartirsi i nostri quartieri, e chiediamo con forza risposte sociali perché le mafie si sconfiggono soprattutto con il lavoro e con la scuola”.

Si tratta di una manifestazione che ha valore non solo locale ma nazionale, un corteo che sta impegnando tutte le piazze di Napoli.

“Vogliamo risposte vere, strutturali: non ce ne facciamo nulla dei militari o di pochi spiccioli per qualche intervento a pioggia. Bisogna dare lavoro ai giovani di Napoli”.

Bisogna garantire a tutte e tutti il pieno diritto allo studio. Dalle scuole e dal lavoro parte il riscatto di Napoli e del Sud!