“Napoli non si tocca”, tra le strade un grido contro la camorra