Cenone di capodanno si trasforma in maxi rissa: 2 accoltellati

Cenone di capodanno si trasforma in maxi rissa: 2 accoltellati

Tragedia sfiorata in provincia di Napoli: un 24enne è ricoverato in gravi condizioni in ospedale. Coinvolte anche due donne


POGGIOMARINO – Cenone di Capodanno si trasforma in maxi rissa con 3 feriti di cui uno grave. Questo il bilancio di una notte di follia in via San Francesco, a Poggiomarino, che ha visto protagonisti 6 uomini e due donne, tutti di nazionalità rumena. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno fatto molta fatica a fermare i partecipanti che erano armati di coltelli, spranghe di ferro e pale da muratore.
Tutto sarebbe nato per un alterco iniziato per futili motivi che poi si è tramutato in scontro fisico. La discussione e la violenza sono state alimentate anche dall’elevato tasso alcolico. Gli otto si era incontrati nell’appartamento di uno di loro per festeggiare insieme il capodanno, quando si è accesa la discussione che è sfociata in rissa. I residenti della zona sono stati allarmati dalle urla e hanno avvertito le forze dell’ordine.
Giunti sul posto, i carabinieri hanno con molta fatica ristabilito la calma. Anche le donne stavano partecipando con veemenza alla rissa. Le manette sono scattate per tutte e otto le persone coinvolte: gli arrestati hanno un’età compresa tra i 24 e i 47 anni. Nello scontro tre persone sono rimaste ferite e per loro è stato necessario il ricovero in ospedale. Il più grave è S.C., un ragazzo di 24 anni, che ha ricevuto una profonda ferita all’addome. È stato ricoverato all’ospedale Villa Malta di Sarno e le sue condizioni sono critiche. S.N., 30anni e V.B., 29 anni, hanno riportato ferite all’addome e alla testa ma di lieve entità.
Tutti gli arrestati verranno processati questa mattina con rito direttissimo.