Donna travolta e uccisa sull’asse mediano: il pirata della strada si è costituito

Donna travolta e uccisa sull’asse mediano: il pirata della strada si è costituito

E’ stata investita da un camion e poi altre auto l’hanno travolta quando già era sull’asfalto. Si continua ad indagare per chiarire la dinamica dell’incidente


GIUGLIANO – Si è costituito il pirata della strada che stamattina avrebbe investito la donna di 65 anni uccisa sull’asse mediano tra Giugliano e Aversa. Il corpo della vittima era dilaniato e sangue e brandelli di corpo era sparsi su tutta la carreggiata.

La vittima abiterebbe a pochi passi dall’asse mediano e sarebbe uscita alle 6 circa per dare da mangiare a dei cani della zona. Probabilmente per il buio non si è resa conto di essere finita sulla strada a scorrimento veloce. In un video in mano alle forze dell’ordine si vede la donna che si reca verso la rampa della strada statale.

A travolgerla sarebbe stato un camion guidato da R.R. originario di Cesa. Anche un uomo di 65 anni residente a Giugliano, si è costituito dai carabinieri che poi lo hanno consegnato agli agenti della polizia stradale che stanno seguendo il caso. Anche lui può aver travolto la donna. Il camionista rischia l’accusa di omicidio stradale e omissione di soccorso. L’uomo avrebbe ammesso di aver avuto paura e di essere scappato.

Intanto continuano le indagini delle forze dell’ordine per ricostruire l’incidente che ha portato alla morte della donna. L’ipotesi più accreditate al momento resta la prima fatta: la donna potrebbe essere finita sulla strada a scorrimento veloce inseguendo un cane.

Quel che resta del corpo è stato posto sotto sequestro per effettuare l’autopsia ma i familiari della vittima avrebbero identificato la donna dall’abbigliamento e da alcuni dettagli che hanno confermato l’identità come una ciabatta e un braccialetto.

IL VIDEO – IMMAGINI SCONSIGLIATE AD UN PUBBLICO SENSIBILE

LA TRAGEDIA SULL'ASSE MEDIANO – Si tratterebbe di un uomo di Giugliano che si è presentato spontaneamente dai carabinieri

Pubblicato da Il Meridiano News su Mercoledì 25 gennaio 2017