Giugliano, la denuncia: “C’è qualcosa che non va negli uffici della Geset-Equitalia”

Giugliano, la denuncia: “C’è qualcosa che non va negli uffici della Geset-Equitalia”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un nostro lettore


GIUGLIANO – “C’è qualcosa che non va negli uffici della Geset – Equitalia al Borgo Meridiano di Giugliano”, riceviamo e pubblichiamo la denuncia di un nostro lettore:

“Dopo diverse segnalazioni, ho verificato di persona che detti Uffici, che negli ultimi giorni del 2016 hanno mandato centinaia e centinaia di avvisi per presunte irregolarità, giuste o sbagliate che siano, nei versamenti della TARI/TARES/TARSU (spazzatura) degli anni scorsi, è giornalmente, a giusta ragione, preso d’assalto da centinaia di utenti. Ebbene, lo stesso Ufficio, non è dotato di una sala d’attesa, per cui gli utenti sono costretti ad aspettare il proprio turno fuori, al freddo, con a disposizione una panca con soli 3, dico tre, posti a sedere.

All’interno, può entrare solo chi deve sbrigare la pratica, per accedere ad uno dei due sportelli presenti, in piedi, e divisi dagli impiegati da uno spesso vetro, dotato di piccola feritoia ad altezza del bacino, per cui non si capisce neanche molto bene le spiegazione degli impiegati, che per la verità sono molto cortesi e gentili, allorquando si mostrano i vari documenti. Ora, penso io, ma è possibile che quando una società di riscossione, qual è quella di cui trattasi, ha un appalto, nessuno verifichi, i locali in cui essa espleta poi il proprio mandato, per verificare se essi sono idonei alla ricezione di un folto pubblico ???

Molto spesso, anziani, disabili e donne con bambini piccoli al seguito, devono tornare indietro, per non poter aspettare a lungo il proprio turno all’addiaccio. Ma non sarebbe opportuno fare qualcosa per far fronte a questo disservizio???”

Francesco Taglialatela Scafati