Processo al gruppo economico del clan Contini, tutte le richieste di condanna

Processo al gruppo economico del clan Contini, tutte le richieste di condanna

Chiesti 9 anni di reclusione per Aieta Antonio, cognato del boss Ciccio Mallardo e considerato il braccio destro del capo clan attivo all’Arenaccia


NAPOLI – Sono arrivate questa mattina le richieste di condanna per gli imputati nel processo contro il gruppo economico del clan Contini. I pm hanno chiesto 9 anni di reclusione per Aieta Antonio, cognato del boss Ciccio Mallardo, considerato il braccio destro del capo clan attivo all’Arenaccia Eduoardo “‘O Romano”.

Chiesti invece 13 anni di reclusione per Folchetti Luigi, 11 anni per Rullo Niviola, 18 anni per Testa Domenico, 2 anni per Imperatore Antonella, 15 anni per Galletto Luigi, 8 anni per Bove Luigi, 7 anni per Mele Mauro, 3 anni per Ambrosio Mario, 10 anni per Falanga Umberto e, infine, 9 anni per Ruggieri Ciro.

Il processo contro il gruppo economico del clan Contini si è riaperto grazie alle dichiarazioni di Giuseppe De Rosa, detto Pino, imprenditore nel settore della ristorazione e imputato nel processo contro il capoclan Ediorado, che decise di pentirsi a pochi giorni dalla sentenza per associazione camorristica e riciclaggio.

I Contini, lo ricordiamo, fanno parte della cosiddetta Alleanza di Secondigliano con i Mallardo di Giugliano ed i Licciardi della Masseria Cardone. Negli anni la cosca dell’Arennaccia ha accumulato un vero e proprio tesoro, grazie a numerosi prestanome e colletti bianchi, poi reinvestito in numerose attività imprenditoriali.