Saldi invernali 2017: parte il 5 Gennaio la caccia agli affari in Campania

Saldi invernali 2017: parte il 5 Gennaio la caccia agli affari in Campania

E’ previsto un week-end all’insegna dello shopping .Gli sconti continueranno fino il 2 aprile


CAMPANIA –  Aprendo le porte al nuovo anno, ci si rende conto che le tanto attese vacanze di Natale stanno per giungere al termine, ma c’è ancora un motivo che può rallegrare tutti, accantonando la nostalgia di atmosfere natalizie, panettoni e tornei di carte: i saldi invernali.

Solitamente in Campania la corsa al miglior affare inizia subito dopo il capodanno, nel 2017 invece la data di inizio per la nostra regione è prevista per Giovedì 5 Gennaio, dove si prevede un week-end in cui gli shop verranno presi d’assalto. Ci saranno quindi tre mesi per poter rifare completamente il guardaroba o semplicemente acquistare ad un prezzo scontato tutto quello che si desidera, i saldi infatti termineranno il 2 aprile.

Lo studio di Confesercenti rileva che i saldi, in base alle intenzioni di acquisto degli italiani, possono valere potenzialmente oltre 4,9 miliardi di euro di consumi, per una spesa media di circa 330 euro a famiglia. Con riferimento alla nostra regione si parla di una stima di 250 milioni di euro di spesa, una grande opportunità per dare ossigeno alle aziende in perenne crisi economica.

Attenti alle truffe: è sempre bene controllare, durante i giorni che precedono i ribassi, il prezzo di un capo o di oggetto, in modo da poter verificare in seguito se effettivamente è stato applicato lo sconto, evitando così di dover smascherare saldi fasulli. Sul cartellino inoltre deve essere sempre indicato il prezzo di origine, lo sconto in percentuale e il prezzo ribassato che ne deriva: il venditore, infatti, è tenuto ad applicare lo sconto dichiarato.

Poter provare i capi inoltre non è obbligatorio , ma è rimesso alla discrezionalità del negoziante. Quando è possibile, sempre meglio provare l’articolo scelto, ricordando che, in assenza di difetti, la possibilità di cambiare il capo o il prodotto non è previsto da legge. Quindi se non si è convinti dell’acquisto è meglio chiedere al negoziante se c’è possibilità di cambio ed entro quanto tempo, ovviamente conservando lo scontrino d’acquisto.