Afragola, prof perseguitava alunna 13enne: ecco i messaggi hot

Afragola, prof perseguitava alunna 13enne: ecco i messaggi hot

La molestava anche in classe davanti agli altri compagni di scuola. Avviata indagine interna per chiarire la posizione del 45enne


AFRAGOLA – Una storia che è andata avanti per quasi un anno e che ora rischia di cambiare per sempre la salute mentale di una ragazza 15enne (all’epoca dei fatti aveva 13 anni), molestata e perseguitata dal suo prof in una scuola media di Afragola. G.V., il papà della vittima ha fatto scattare le indagini e ieri ha ottenuto l’impegno in prima persona del ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli e del direttore scolarti regionale Luisa Franzese.

L’ordinanza del gip del tribunale Napoli Nord, come riportato dal Corriere del Mezzogiorno, che vieta l’avvicinamento del prof 45enne alla sua ex alunna, ricostruisce l’inferno che ha vissuto la ragazzina tra aprile 2015 e ottobre 2016. La molestava, pedinandola, telefonandole ad ogni ora del giorno e della notte, inviandole numerosissimi messaggi. La aspettava all’uscita del bagno per incontrarla, abbracciandola in classe e cercando di baciarla, appoggiandole la testa sul petto, sfiorandole i fianchi, dicendole di essersi innamorato di lei, impedendole di frequentare i suoi coetanei, interrogandola ogni giorno su vari argomenti, umiliandola e rimproverandola davanti ai compagni di classe fino a farla piangere, dicendole che non aveva più rapporti sessuali con la moglie.

Poi 600 messaggi e 700 telefona nel giro di due mesi, in cui il tono era sempre più opprimente, “non faccio sesso con mia moglie da un anno”, fino ad arrivare alle minacce: “Ti rovino, ti boccio”. Il prof ha approfittato anche della perdita della madre della ragazzina per coglierla in un momento di debolezza. Mesi da incubo che hanno stravolto l’umore della ragazza, sempre triste, spaventata di spostarsi da sola per paura di incontrare il prof. Aveva addirittura detto di volerla fare finita e si è autoinflitta tagli sulle braccia.

Si attende ora l’esito dell’istruttoria avviata dal ministro Fedeli che ha disposto anche un’ispezione nella scuola. Secondo il gip in quell’istituto ci sarebbe altri episodi di molestie con protagonista il professore che però, per ora, continua ad insegnare indisturbato.