C’è un po’ di Melito nella magia della Notte degli Oscar

C’è un po’ di Melito nella magia della Notte degli Oscar

Viola Davis, premiata come migliore attrice non protagonista, ha declamato, qualche anno fa, una poesia tratta da un libro di Maria Rosaria Longobardi, scrittrice e favolista del comune a nord di Napoli


89th Academy Awards - Oscars Awards Show - Viola Davis accepts the award for Best Supporting Actress for her role in "Fences." REUTERS/Lucy Nicholson - RTS10HLK

MELITO – Uno dei momenti più toccanti della notte degli Oscar: il discorso di Viola Davis, premiata come migliore attrice non protagonista per il suo ruolo in “Fences” di Denzel Washington. L’attrice è in qualche modo collegata alla città di Melito, in quanto è stata lei, esattamente 5 anni fa (febbraio 2012), a declamare ‘Il Mondo della Fantasia’, tratta da ‘Favole in fiore’ di Maria Rosaria Longobardi in un promo Disney.

Un’eccellenza melitese, un talento napoletano. Marylon, al secolo Maria Rosaria Longobardi, scrittrice ed anagrammista, ha infatti lo pseudonimo di “Lana Gramma”, è una di quelle personalità che fa onore al territorio di Melito, città dove l’arte, senza retorica, sembra troppo spesso un prodotto sbiadito.

Maria Rosaria Longobardi, insegnante scuola primaria, è sposata,ha  tre figli ed al suo attivo diverse pubblicazioni. Tra queste ricordiamo il già citato testo di narrativa infantile ‘Favole in fiore, fior di favole Ed. La Mongolfiera Editrice Alternativa 2002 ed il più recente ‘Anagrammi’,dell’aprile 2007, un volumetto di epigrammi che è stato inserito nella collana di poesia ‘Lo specchio oscuro’ dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli. Questo testo vinse, nel 2006, il premio Internazionale Nuove Lettere promosso dallo stesso Istituto. Diversi  suoi lavori tradotti in altre lingue.

Marylon è anche autrice della parte letteraria dell’opera per bambini ‘Il canto dell’alfabeto’, che si avvale delle musiche del compositore melitese Francesco Garzone, autore anche di alcuni brani cantati da Mina. Quest’opera valse alla scrittrice una coppa al Festival Regionale “Ragazzi in scena” organizzato dai Laboratori Teatrali di Aversa (LARTES) nel 2002. Numerosi, prima di questa gratificazione internazionale, i premi ed i riconoscimenti ricevuti dalla Longobardi nell’ambito della poesia e della narrativa: tra questi, quello per la ‘poesia speciale’ al Concorso Internazionale 2007 ‘Tra le parole e l’infinito’ di Nicola Paone.