Fingeva di essere una ragazza per adescare minori online: arrestato prof e coach di basket

Fingeva di essere una ragazza per adescare minori online: arrestato prof e coach di basket

L’uomo, 35 anni, aveva mostrato a minorenni sotto i 14 anni foto di nudo femminile per indurli a compiere atti sessuali, consistiti in masturbazione reciproca e individuale.


NAPOLI – Su internet si fingeva di essere una diciannovenne e mostrava materiale pornografico per indurre minorenni a compiere atti sessuali. Un 35enne romano, insegnante in un istituto scolastico di Roma e allenatore di una giovane squadra di basket, è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura di Napoli.

I reati ipotizzati sono corruzione e adescamento di minorenni, nonché detenzione di un ingente quantitativo di materiale pedopornografico.

L’uomo aveva mostrato a minorenni sotto i 14 anni foto di nudo femminile per indurli a compiere atti sessuali, consistiti in masturbazione reciproca e individuale. In questo modo l’uomo aveva carpito la fiducia degli stessi, fingendo di essere una ragazza di 19 anni e rivolgendo apprezzamenti di natura sessuale in relazione alle foto e ai video trasmessi dai minorenni, contenenti immagini dei loro organi genitali.

Le indagini della Polizia postale di Napoli, coordinate dalla Procura partenopea, hanno permesso di rintracciare l’uomo a Roma; qui sono state effettuate perquisizioni che hanno portato al rinvenimento di ulteriori riscontri alle accuse e al sequestro di materiale contenente immagini pedopornografiche.